21 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Pirateria marittima

La nave Grecale sventa un attacco alla Motonave italiana Valdarno

Raggiunto barchino con 21 presunti predoni. E' in fase di svolgimento il previsto iter di accertamenti e verifiche in coordinamento con l'Autorità Giudiziaria competente. Il mercantile Valdarno sta proseguendo la navigazione in sicurezza verso il porto di Bashayer, in Sudan

ROMA - La fregata Grecale della Marina Militare, inserita nel dispositivo NATO SNMG2 nel contesto dell'operazione antipirateria Ocean Shield, è intervenuta ieri a protezione della motonave italiana Valdarno che ha subito un tentativo di abbordaggio a circa 250 miglia da Salalah, al largo delle coste omanite.

Il comunicato della Marina Militare - I pirati si sono avvicinati con un barchino, partito da un'imbarcazione tipo Dhow che agiva da nave madre, e hanno esploso alcuni colpi di arma da fuoco, riferisce la Marina militare in un comunicato. L'equipaggio si è rifugiato nella cittadella e sono state messe in atto le misure di auto-protezione che hanno consentito di evitare il sequestro.
La fregata Grecale ha immediatamente inviato sul posto il suo elicottero e, quando stamani ha raggiunto la scena d'azione, ha effettuato l'abbordaggio del dhow sul quale sono risultati presenti 10 yemeniti e 11 somali.
E' in fase di svolgimento il previsto iter di accertamenti e verifiche in coordinamento con l'Autorità Giudiziaria competente. Il mercantile Valdarno sta proseguendo la navigazione in sicurezza verso il porto di Bashayer, in Sudan.