27 luglio 2021
Aggiornato 01:00
I «frondisti» del PDL

Stasera cena Scajola-Pisanu, domani pronto documento

Al via la raccolta di firme. Fra le opzioni anche gruppi autonomi

ROMA - Si riuniranno questa sera per valutare le prossime mosse in vista dei passaggi parlamentari dei prossimi giorni, che serviranno anche a stabilire se il governo gode della fiducia della maggioranza. Claudio Scajola ha riunito stasera alcuni dei deputati a lui più fedeli, sempre a cena, vedrà l'altro «frondista» del Senato, Beppe Pisanu. Insieme dovrebbero decidere di dare il via libera, nelle prossime ore, alla raccolta di firme di quel documento già messo nero su bianco la scorsa settimana e che mai l'ex ministro ha avuto voglia di riporre nel cassetto. Molto dipenderà dal numero di consensi che riusciranno a coagulare sul testo, a partire da domani.

Il documento di Scajola potrebbe servire come base programmatica per la nascita di gruppi parlamentari autonomi. Un'opzione 'congelata' da tempo, ma che consentirebbe all'esponente del Pdl maggiori margini nei prossimi mesi. Anche di questa possibilità Scajola discuterà stasera con i suoi fedelissimi e con Pisanu.