20 febbraio 2020
Aggiornato 20:00
Intervista al quotidiano «Il Riformista»

Di Pietro: Se passerà il referendum Napolitano scioglierà le Camere

Per il leader dell'IDV: «Il voto sul legittimo impedimento sarà la madre di ogni battaglia»

ROMA - «Se passasse il referendum sul legittimo impedimento, a quel punto sì che ci sarebbero i margini per sciogliere le Camere. Immaginate la maggioranza parlamentare di Berlusconi schiacciata dalla maggioranza degli italiani... È quella la madre di tutte le battaglie». Lo ha affermato il presidente dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, in un'intervista al quotidiano Il Riformista.

BATTAGLIA REFERENDARIA - «Se il Paese sconfessasse una maggioranza parlamentare che s'è occupata solo dei fatti del premier - ha fatto osservare il leader Idv - il Quirinale non potrebbe non prenderne atto. A quel referendum io continuo a credere, anche dopo il colpo di mano con cui il governo ha tolto il quesito sul nucleare. Perché il 12 giugno potrebbe davvero morire il berlusconismo».
E alla battaglia referendaria, Di Pietro ha chiamato ancora una volta tutte le opposizioni. «Sono stufo - ha detto al Riformista - di essere bistrattato dal resto dell'opposizione. Vorrei che gli altri partiti dell'opposizione e alcuni giornali, tra cui il suo, la smettessero una buona volta di bistrattare me e il mio partito. A chi continua a dire che faccio antipolitica, voglio ricordare che tutti i benpensanti - da Bersani a Fini, passando per Casini - adesso usano nei confronti di Berlusconi gli stessi toni che ho sempre usato io. Non è tutto. Adesso tutti si scandalizzano per il colpo che il governo ha dato al referendum... Ma dov'erano l'anno scorso quando l'Italia dei valori proponeva i quesiti? Ora è il momento di darsi da fare».