11 luglio 2020
Aggiornato 21:30
Giustizia

Opposizioni contro Ferrara: sconcertante su Napolitano

Parole indegne sul Colle. Non è «radio Londra» ma «radio Arcore»

ROMA - Pioggia di critiche dalle opposizioni sulla puntata di ieri sera di Radio Londra su Raiuno, per le parole di Giuliano Ferrara all'indirizzo del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

RADIO ARCORE - «Chiunque abbia ascoltato la trasmissione di Giuliano Ferrara sulla tv di Stato - ha affermato il senatore Api Claudio Molinari - non può che essere rimasto sorpreso e sconcertato». «Altro che Radio Londra - ha denunciato il capogruppo Idv in commissione di Vigilanza sulla Rai Pancho Pardi - quella di Giuliano Ferrara è solo una squallida Radio Arcore». «Quello lanciato da Giuliano Ferrara a Radio Londra - ha affermato il Presidente dei Verdi Angelo Bonelli - è un messaggio chiaro che mira a delegittimare l'imparzialità e portare nello scontro politico il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha svolto - e noi Verdi siamo sicuri che continuerà a svolgere - il ruolo di vero garante della Costituzione ».

LE PAROLE DI FERRARA - Giusto difendere la magistratura, ma «l'attenzione del presidente della repubblica deve essere riservata» anche a chi vuole «rovesciare il governo democraticamente eletto dal popolo» ha detto Giuliano Ferrara. Napolitano «fa molto bene a prendersela con quel manifesto» affisso a Milano, «Ma Lei - ha detto rivolto al capo dello Stato - è garante verso tutti i cittadini. E' custode della nostra Costituzione. Non può ignorare un fatto acclarato, roccioso, che nessuno può rimuovere: e cioè che è in atto un insieme di comportamenti tecnicamente eversivi dell'ordine costituzionale».