4 giugno 2020
Aggiornato 17:00
Media

Uffici Agcom al lavoro sui dati dellepresenze nei Tg

Dopo la richiesta di quattro commissari al Presidente Calabrò

ROMA - E' in fase di istruttoria la questione del pluralismo nelle presenze Tv. A quanto si apprende gli uffici competenti hanno all'esame la pratica, anche se non vi è ancora - da parte del Consiglio - la decisione di avviare un'istruttoria.
Lavoro avviato dopo la richiesta avanzata da quattro commissari Michele Lauria, Sebastiano Sortino, Michele D'Angelo e Gianluigi Magri al presidente Corrado Calabrò perché il Consiglio si occupi degli ultimi dati sul pluralismo nei Tg sia in Rai che nelle emittenti private. Richiesta motivata dal fatto che, secondo i commissari, c'è uno squilibrio tra le varie forze politiche e in particolare tra governo e maggioranza e le altre. Squilibrio che, nel caso delle emittenti private, potrebbe determinare anche una violazione delle norme sul conflitto d'interesse.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal