19 maggio 2024
Aggiornato 16:30
Federalismo

In serata le Regioni attendono la proposta formale del governo

Sui fondi per trasporto pubblico locale e per altre criticità, sperando nella firma di Tremonti e Sacconi

ROMA - Dovrebbe arrivare in serata, dopo le «verifiche» che Roberto Calderoli condurrà con Giulio Tremonti, la proposta formale del governo alle Regioni per superare le ultime criticità del decreto legislativo in materia di fisco regionale, a partire dai 425 milioni per il trasporto pubblico locale. Lo hanno riferito i governatori al termine dell'incontro con il ministro per la Semplificazione. Domani ci sarà dunque una Conferenza delle Regioni che valuterà la proposta dell'esecutivo.

ERRANI - Le Regioni, ha spiegato il presidente della Conferenza Vasco Errani, «continuano a chiedere il pieno rispetto e la concretizzazione dell'accordo di dicembre. Vedremo la proposta del governo e domani prenderemo una decisione». In particolare, ha aggiunto il presidente della Basilicata Vito De Filippo, «non ci possiamo accontentare di un semplice impegno o di una norma programmatica, vogliamo una copertura finanziaria certa». A questo punto la strada normativa 'certa' che si potrebbe seguire sembra essere quella avanzata dall'assessore lombardo Romano Colozzi: un semplice decreto ministeriale firmato da Tremonti e Sacconi, in attuazione del comma 29 dell'articolo 1 della legge di stabilità cui faceva riferimento proprio l'accordo di dicembre tra Regioni e governo. L'unico strumento normativo che sembra essere in grado di dare certezza alle Regioni ma entro domani, quando la Bicamerale per il federalismo sarà chiamata a votare il parere sul decreto legislativo in materia di fisco regionale.