25 febbraio 2024
Aggiornato 12:00
Giustizia

Casini: Sì a riforma organica, no ad personam

Il leader dell'UdC: «Ok alla separazione delle funzioni, ma devo vedere il testo»

ROMA - Alla giustizia occorre una riforma organica, non ad personam. Lo ha detto il leader Udc, Pier Ferdinando Casini, a Mattino 5.
Premesso che bisogna «sapere testo riforma» e che non si deve «né mettere il cappello né dire sì aprioristicamente», se «la riforma non ha intenti punitivi, è seria e affronta questioni da tempo all'ordine del giorno» come «la separazione funzioni» tra inquirente e giudicante per i magistrati allora «ci siederemo al tavolo e vedremo». Ma, avverte Casini, «non bisogna confondere una riforma organica con provvedimenti ad personam». Quanto al doppio Csm sarebbe «inaccettabile» che uno dei due fosse guidato dal ministro della Giustizia.