20 gennaio 2022
Aggiornato 15:00
Futuro e Libertà

Bocchino: Alternativi alla Sinistra, siamo destra post-Berlusconi

Il vicepresidente di FLI: «Saremo un partito contenitore, ciò che il Pdl non è riuscito ad essere»

ROMA - Un partito contenitore di tutte le culture del centrodestra, alternativo alla sinistra per batterla anche nell'era post-Berlusconi. Italo Bocchino, vice presidente di Futuro e LIbertà, affida ad un videomessaggio su internet la risposta di Fli alla «bufala» del Pdl secondo cui il partito di Gianfranco Fini vuole allearsi con la sinistra.

Una «aggressione mediatica», denuncia Bocchino, che voleva trasformare «un momento di litigiosità interna» a Fli in una «gravissima crisi politica». Ma Bocchino assicura: «Non c'è alcuna crisi, il nostro progetto va avanti, con più forza di prima». E all'Assemblea costituente di Milano è emerso «il posizionamento politico di Fli: Fini ha detto con chiarezza che Fli deve essere ciò che il Pdl non è riuscito ad essere, un partito contenitore», in grado di «ospitare tutti coloro che, provenienti dalla destra, dal mondo cattolico e da quello laico-socialista, vogliono essere alternativi alla sinistra, ma vogliono costruire una nuova area moderata, liberale riformista».

A Milano, afferma Bocchino, «abbiamo smentito la bufala della santa alleanza con la sinistra, di quelli che dicevano che andavamo a sinistra. Non è il nostro progetto andare a sinistra: il nostro progetto è costruire un grande contenitore per far vincere il centrodestra e battere la sinistra anche dopo la fine del berlusconismo perchè la sinistra era, è e resterà l'avversario che dobbiamo battere alle elezioni». Ma «finita la lunga fase del berlusconismo», ora bisogna «superare il berlusconismo e l'antiberlusconismo, costruire l'Italia del 2020, essere una forza post-berlusconiana e chiaramente alternativa a sinistra».