17 novembre 2019
Aggiornato 11:30
La questione dimissioni

Bersani: «Da Fini una proposta, non una provocazione»

Il Segretario del PD: «Sarebbe utile al Paese avere un chiarimento fare un passo indietro e poi andare a votare»

MILANO - Dimissioni congiunte di Fini e Berlusconi poi il voto era una proposta, non una provocazione. Lo dice il segretario Pd, Pier Luigi Bersani.
«Quella di Fini non mi è parsa una provocazione, ma un proposta che sarebbe utile al Paese», dice Bersani commentando la proposta fatta ieri da Milano di Gianfranco Fini a Berlusconi. «Avere un chiarimento - aggiunge Bersani - fare un passo indietro e poi andare a votare. Credo sia questa, oggi, ormai la soluzione. Continuare come fa Berlusconi a rimanere testardamente abbarbicato ad una sedia che traballa senza riuscire ad affrontare i problemi che l'Italia ha, ci porta - ha osservato Bersani - ad un passaggio davvero cruciale e drammatico».