23 luglio 2019
Aggiornato 23:30
Il processo

Abu Omar, no a testimonianze Berlusconi e Prodi

Le deposizioni erano state chieste dalla difesa del Generale Pollari

MILANO - L'attuale presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il suo predecessore Romano Prodi, Gianni Letta, Enrico Micheli, Arturo Parisi non devono essere citati come testimoni al processo d'Appello per il sequestro dell'imam Abu Omar. E' questa la posizione del sostituto procuratore generale Piero De Petreis che ha chiesto ai giudici di rigettare la richiesta di rinnovazione parziale del dibattimento avanzata dalla difesa di Nicolò Pollari, l'ex numero del Sismi, il quale in primo grado fu ritenuto «non giudicabile» dal Tribunale dopo che la Corte Costituzionale aveva confermato l'apposizione del segreto di Stato. La richiesta di sentire come testi Berlusconi e Prodi era già stata rigettata in primo grado.

AVIANO - De Petris ha chiesto inoltre di rigettare la richiesta della difesa di Joseph Romano, ex comandante della base di Aviano, di sentire alcuni testimoni. Romano e i suoi legali invocano l'assenza di giurisdizione da parte dell'Italia, a vantaggio degli Usa. Secondo il pg invece «la base di Aviano è italiana, solo una parte è stata data in comodato d'uso agli americani, ma la giurisdizione italiana è fuori discussione».