18 agosto 2019
Aggiornato 13:30
Maltempo

In Sicilia forti piogge, difficili collegamenti in mare

Ad Agrigento un'auto finisce in un torrente, allerta della Protezione civile

PALERMO - Il maltempo non risparmia la Sicilia, dove da ieri mattina è attivo un allerta meteo della Protezione civile valido per 24-36 ore. I forti rovesci, che in due giorni hanno fatto registrare la caduta di parecchi millimetri di pioggia, hanno causato disagi soprattutto nelle zone dell'Agrigentino. A causa dell'asfalto bagnato proprio nel capoluogo della Valle dei templi un'auto con a bordo quattro donne e un bambino è finita in un torrente, ed è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per estrarre gli occupanti dall'auto, che hanno riportato solo qualche contusione. Sempre ad Agrigento la pioggia ha intasato, danneggiandoli, i tubi che portano l'acqua potabile dai serbatoi di raccolta fino in città. Ciò ha determinato la sospensione della fornitura da parte della Girgenti Acque.

DISAGI - A pagare le spese delle forti piogge sono state anche le isole minori. Sebbene siano ripresi stamani i collegamenti tra Milazzo e l'arcipelago delle Eolie, infatti, per i traghetti e gli aliscafi continuano i disagi in fase d'attracco. Restano invece fermi i traghetti che collegano Trapani e Porto Empedocle con Pantelleria e Lampedusa.
Sul fronte dei trasporti aerei, invece, 200 passeggeri sono bloccati da due giorni all'aeroporto di Pantelleria, in attesa di nuove comunicazioni da parte della compagnia Meridiana.