14 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Governo Berlusconi

La Russa: andiamo avanti per responsabilità

Il Coordinatore del PDL: «Ma se la maggioranza non è coesa, chiederemo a Napolitano il voto»

ROMA - Al Pdl converrebbe andare a votare subito, ma si è scelto di proseguire l'esperienza di governo «per senso di responsabilità». Lo dice Ignazio La Russa, coordinatore del Pdl, intervistato da SkyTg24 durante la festa del Popolo della Libertà a Milano.
Un «popolo», dice La Russa, «più avanti di noi nel rischio, vorrebbero subito elezioni anticipate per le aspettative di parte non guardando all'interesse generale. Ma noi comprendiamo che se per il Pdl sarebbe più opportuno votare subito, abbiamo il senso do responsabilità di capire che è meglio andare avanti, tanto più dopo la maggioranza ampia registrata a Camera e Senato, superiore a quella del 2008».

IPOTESI VOTO - A La Russa viene sottoposto il risultato del sondaggio che vede oltre l'80% degli italiani convinti che si andrà al voto anticipato: «Abbiamo una maggioranza numericamente forte, ma che non sembra così salda. Io scommetto il contrario, credo che per un certo periodo non ci saranno fibrillazioni: se dovessi scommettere a breve direi che il governo Berlusconi ha vita lunga e facile». Certo, conclude sul punto il coordinatore del Pdl, «se poi venisse a mancare una maggioranza coesa, allora andremmo dal Presidente della Repubblica e gli chiederemmo le elezioni anticipate. Ma è l'ultima ratio».