28 gennaio 2020
Aggiornato 01:30
Pedaggi

Maggioranza a rischio sul Gra

Fli presenta emendamento per abolirlo, ma potrebbe diventare un Ordine del giorno. Si cerca mediazione

ROMA - In attesa del discorso di domani, già oggi il centrodestra rischia una spaccatura palese nell'Aula della Camera, quando si voterà il decreto sui trasporti e su Tirrenia.
Il finiano Aldo Di Biagio ha infatti ripresentato in Aula l'emendamento che propone di abolire l'istituzione del pedaggio sul Grande Raccordo Anulare di Roma. Già presentato ieri in commissione Trasporti, l'emendamento è stato bocciato nonostante il voto favorevole di Fli, Pd, Idv e Udc. Ma in Aula i numeri potrebbero essere diversi. Tuttavia l'emendamento potrebbe ancora essere ritirato: «Ma serve un ordine del giorno vero - spiega ancora Buonfiglio - che dia la possibilità alle Regioni di 'declassare' le strade e dunque alla regione Lazio di eliminare il pedaggio sul Gra».