22 ottobre 2019
Aggiornato 19:00
Crisi rifiuti a Napoli

Mantovano: non è da escludere il ruolo della camorra

«C'è tentativo di gruppi dell'area dell'antagonismo di attizzare la protesta sociale»

ROMA - Il sottosegretario all'Interno, Alfredo Mantovano, non esclude che dietro la nuova crisi dei rifiuti a Napoli ci sia possa essere «un'attività corodinata delle organizzazioni camorristiche».
«Vi è il tentativo di gruppi anarchico-insurrezionali o dell'area dell'antagonismo di aizzare la protesta sociale, ha detto Mantovano intervistato da Studio Aperto (Italia 1) - mettendo un comune contro l'altro o comunque impedendo l'individuazione dei siti e lo stoccaggio dei rifiuti o tentando di farlo».
«Non ci sono riscontri obiettivi in questo momento di una attività coordinata delle organizzazioni camorristiche presenti sul territorio - continua Mantovano - però è evidente che non si può escludere in assoluto un'ipotesi del genere dal momento che il traffico dei rifiuti per decenni ha rappresentato uno dei filoni più redditizi di attività della stessa camorra».