22 gennaio 2022
Aggiornato 07:00
Tensione nella Maggioranza

Fini: non sono pentito

«Sono sereno, quanto accaduto in Direzione non è stato suicidio. Il Premier sa che le dimissioni non sono possibili»

ROMA - Nessun pentimento per quanto accaduto in Direzione, che non considera un suicidio politico. Convinto di continuare a mantenere il suo ruolo di presidente della Camera. Intervistato da 'In mezz'ora', Gianfranco Fini spiega: «Non mi sono pentito, credo che anche il premier si sia accorto che non potrà mai essere vero che il presidente della Camera si dimetta perché ha opinioni diverse dal partito e dal presidente del Consiglio».
«Io mi sento sereno - ha aggiunto Fini - perché credo di aver fatto ciò che dovevo fare anche come punto riferimento della destra. Non mi sono pentito di aver fatto il Pdl, voglio aiutare Berlusconi a migliorare. E quindi perché sentirsi pentiti o pensare di essersi suicidati?».