21 ottobre 2020
Aggiornato 17:30
Religione & Società

Bertone: servono nuovi politici cattolici

«La nuova generazione traduca la dottrina sociale della Chiesa in scelte concrete»

RICCIONE - «La nuova generazione dei politici cristiani è chiamata a tradurre la dottrina sociale della Chiesa in scelte concrete, e a operare una mediazione nella realtà». Lo ha detto il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato Vaticano, nella sua Lectio magistralis al Raduno annuale di Rete Italia. «La dottrina sociale non viene presentata come un prontuario di soluzioni predefinite. È proposta come un modello di azione e di educazione politica che si esprime nei tre momenti del vedere, giudicare e agire», ha osservato Bertone.

SOLUZIONE UNIVERSALE - E proporre la dottrina sociale della Chiesa non è né esercizio filologico né dare «soluzione unica e universale alle sfide del mondo». La dottrina sociale della Chiesa, ha spiegato il cardinale, è orientamento verso il divino e ha come suo scopo principale proporre, nel suo insieme, principi di riflessione, criteri di giudizio e direttive di azione. Spetta poi «ai cristiani, come singoli e come comunità - ha aggiunto - il discernimento della realtà e la valutazione dei principi, dei criteri e delle direttive proposte» per orientare «la propria condotta nei diversi ambiti». Una sfida di cui dovranno assumersi la responsabilità le nuove generazioni di politici cristiani.