24 giugno 2024
Aggiornato 08:30
«Forza Italia nata da trattativa Stato-mafia»

«Ciancimino vuole delegittimare il Governo Berlusconi»

Il legale del Premier Ghedini: «Posizioni illogiche. Dovrà rispondere della sua diffamazione»

ROMA - Con le nuove dichiarazioni sul rapporto tra Fi e la mafia Massimo Ciancimino sembra voglia «delegittimare proprio il governo Berlusconi che sta conducendo la più severa e forte offensiva del dopo guerra contro la mafia». Lo sostiene in una nota Niccolò Ghedini, legale di Silvio Berlusconi, annunciando inoltre che «Ciancimino dovrà rispondere di fronte all'autorità giudiziaria anche di tali diffamatorie dichiarazioni».

«Le dichiarazioni di Massimo Ciancimino non sono soltanto destituite di ogni fondamento, ma sono anche totalmente inverosimili e prive di ogni dignità logica. Spiace - sostiene Ghedini - che qualcuno possa dare anche un minimo credito a prospettazioni che la storia di Forza Italia e del Presidente Berlusconi hanno dimostrato concretamente e con atti di governo essere completamente inesistenti».

«Sembra che si voglia delegittimare proprio il governo Berlusconi che sta conducendo la più severa e forte offensiva del dopo guerra contro la mafia. Ciancimino dovrà rispondere di fronte all'autorità giudiziaria anche di tali diffamatorie dichiarazioni», conclude Ghedini.