24 giugno 2021
Aggiornato 02:31
Politica estera

Afghanistan, Gates ringrazia l'Italia

Il segretario alla Difesa Usa a Roma incontra il Milnistro La Russa: «Avete fatto più di ogni altro alleato»

ROMA - Con la decisione di inviare altri mille soldati in Afghanistan, l'Italia ha fatto «più di ogni altro alleato» degli Stati Uniti dopo «l'annuncio del presidente Obama, nel mese di dicembre, della nuova strategia in Afghanistan». Lo ha sottolineato il segretario alla Difesa Usa, Robert Gates, durante la conferenza stampa seguita al suo incontro con il ministro della Difesa Ignazio La Russa.

Gates ha «ringraziato» pubblicamente il primo ministro Silvio Berlusconi, e il ministro della Difesa» per la decisione presa. E ha messo l'accento sul «ruolo vitale» che a giudizio dell'amministrazione Obama, l'Italia sta svolgendo in Afghanistan Durante la conferenza stampa a Roma, seguita al vertice con La Russa, Gates ha ricordato «specialmente» l'impegno italiano «al Regional Command-West di Herat, dove l'Italia svolge un ruolo guida, e la missione di addestramento della polizia» afgana, «dove i carabinieri, forza armata di prim'ordine, stanno condividendo la loro esperienza». Gates e La Russa hanno passato in rassegna oggi a Roma tutti i principali dossier internazionali che vedono impegnati insieme Italia ed Usa.

Tra gli argomenti discussi», ha precisato Gates in conferenza stampa, «gli aiuti ad Haiti, dove l'Italia ha inviato la portaerei Cavour, il programma Joint strike fighter, la necessità di migliorare le relazioni con la Russia e la sfida posta dall'Iran».

In tutti questi ambiti, i nostri Paesi hanno moltissimo da guadagnare da questa relazione» amichevole tra Italia e Usa, ha sottolineato il sottosegretario alla Difesa americano.