20 febbraio 2020
Aggiornato 13:00
Politica & Giustizia

Mancino: dl Procure? Le modifiche primo passo importante

Il divieto alle «giovani toghe» parzialmente superato

ROMA - Gli emendamenti presentati dal governo al decreto legge per riempire i vuoti di organico nelle Procure sono «un primo importante passo» . In particolare, quello che prevede che i magistrati di prima nomina possano essere destinati negli uffici requirenti dopo un tirocinio di due anni e mezzo, ammorbidendo così l'iniziale divieto introdotto qualche anno fa. Lo sottolinea il vicepresidente del Csm, Nicola Mancino, commentando a margine dei lavori del Plenum le modifiche proposte dal governo al provvedimento contro il quale i magistrati avevano minacciato lo sciopero. Mancino ricorda che quel divieto di destinare alle sedi disagiate i magistrati all'inizio della loro carriera è «un argomento superato, sia pure parzialmente, dall'emendamento presentato dal governo».