10 dicembre 2019
Aggiornato 13:30

Moretti ai viaggiatori: portatevi panini e coperte

Questo il consiglio dell'AD di Ferrovie dello Stato «soprattutto per le lunghe percorrenze». Consumatori: «assurdo»

ROMA - Chi si deve mettere in viaggio per lunghe percorrenze, come dal Nord alla Sicilia o viceversa, farebbe bene a munirsi di panini e coperte, o almeno di un maglione in più «nel caso in cui dovesse saltare la rete elettrica e quindi il treno fermarsi» con la possibilità di una interruzione del riscaldamento all'interno del convoglio e di un accumulo di ritardi.

A dare questo suggerimento ai viaggiatori, in questi giorni di maltempo e di disagi per i trasporti, è lo stesso amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti che a Roma, in una conferenza stampa, sottolineando come quello italiano si stato l'unico sistema ferroviario che in questi giorni non ha mia interrotto la rete, ha aggiunto rivolto ai giornalisti: «Stiamo lavorando, abbiate pietà con chi lavora».

Il consiglio di Moretti non è però piaciuto alle associazioni dei consumatori che da giorni lamentano carenze e ritardi di Fs nell'affrontare il problema del maltempo: «E' assurdo - commenta Ivano Giacomelli, segretario nazionale del Codacons - che i cittadini debbano supplire alle carenze di Fs che in queste circostanze dovrebbe saper gestire le emergenze, ad esempio predisponendo bottigliette d'acqua, coperte e snack per i passeggeri. Non stiamo parlando di un carro bestiame ma di cittadini che pagano costi sostenuti per usufruire dei servizi. Un gruppo come Ferrovie dello Stato dovrebbe mettere in conto disagi di questo tipo causati dall'intemperie climatiche e provvedere di conseguenza».