9 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Lotta alla criminalità organizzata

Alfano ai Giudici: meno tv e lavorare più in Procure

«La mafia si può battere e vincere senza andare in Tv o a convegni»

MILANO - Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, ha voluto ringraziare il «procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, per il tris di arresti (Raccuja, Nicchi e Fidanzati) con il quale ha tagliato il vertice di Cosa Nostra a Palermo». Questo dimostra, per il Guardasigilli, che «si può battere e vincere la mafia senza andare in tv o fare convegni. Anzi, lavorando di più in Procura e senza la luce delle telecamere, si arresta qualche latitante in più, quindi - ha concluso Alfano - qualche convegno in meno e qualche latitante in più fa bene al paese».