14 ottobre 2019
Aggiornato 11:30
Esteri. Europa

Berlusconi: «Speriamo di accelerare l'ingresso della Serbia nella UE»

Vertice con Tadic a Roma: il 2014 data ultima, ma si può fare prima

ROMA - L'Italia proverà ad accelerare l'ingresso della Serbia nell'Unione Europea, prima della data ultima fissata per il 2014. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, durante la conferenza stampa a palazzo Chigi in occasione del vertice intergovernativo italo-serbo.

Il premier ha ribadito la «precisa volontà dell'Italia di avere la Serbia come nostro partner e membro dell'Unione Europea. Siamo stati i primi ad individuare la soluzione per una pace duratura per tutti i Balcani attraverso l'ingresso nella comunità Europea». Una politica «perseguita con continuità».

Berlusconi ha ricordato che l'Italia ha «voluto data ultima per l'ingresso della Serbia: avremmo voluto fosse il 2012, ma a causa della resistenza di un Paese, e Tadic sa quale, abbiamo messo il 2014 come data ultima. Il che non significa - ha aggiunto Berlusconi - che sviluppando i contatti e dopo che la Serbia abbia presentato la sua definitiva domanda adesione, non si possa accelerare il percorso per un ingresso prima del 2014».