21 giugno 2024
Aggiornato 09:00
Immigrazione

Fini: «Moltiplicare gli sforzi per dialogo interreligioso»

Lo afferma ol Presidente della Camera nella giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico: «Le istituzioni laiche non possono rimanere indifferenti»

ROMA - E' necessario «moltiplicare gli sforzi per promuovere l'educazione al dialogo e al rispetto reciproco tra persone di diversa cultura etnica e religiosa»: lo afferma il presidente della Camera Gianfranco Fini in un messaggio in occasione della odierna Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico.

«La manifestazione - afferma in presidente della Camera nel messaggio inviato al direttore della rivista 'Confronti', promotrice dell'iniziativa presentata nella sala stampa di Montecitorio - costituisce un'occasione significativa per promuovere il confronto e il dialogo tra i rappresentanti di due grandi confessioni monoteiste. Allo sviluppo di tale dialogo non possono rimanere indifferenti le Istituzioni laiche, nella comune aspirazione alla pace e alla cooperazione tra uomini e popoli. E' mia convinzione che occorra moltiplicare gli sforzi per promuovere l'educazione al dialogo e al rispetto reciproco tra persone di diversa cultura etnica e religiosa, in nome di quei valori di libertà e dignità che sono a fondamento della civiltà dell'uomo».

«Nella convinzione che il dialogo interreligioso rappresenta per tutta la comunità internazionale un fattore di speranza per un futuro di stabilità e di pace - conclude Fini - rivolgo a tutti coloro che animeranno l'evento il mio più sincero augurio di buon lavoro».