13 novembre 2019
Aggiornato 19:00
Alle esequie parteciperanno Berlusconi e Schifani

Messina: trovato 26esimo corpo. Sabato i funerali

Oggi il governo stanzierà 20 milioni di euro per fronteggiare le prime fasi dell'emergenza che il messinese deve affrontare dopo l'alluvione

MESSINA - Il corpo di una bambina, estratto dal fango, è stato ritrovato ieri sera a Giampilieri Superiore, nel messinese. Si tratta della 26esima vittima dell'alluvione che ha sconvolto la zona.

Funerali di Stato - Sabato sarà un giorno di lutto nazionale con esposizione a mezz`asta delle bandiere sugli edifici pubblici di tutta Italia sabato prossimo, per i funerali delle vittime dell'alluvione nel messinese. Lo proclamerà la riunione del Consiglio dei Ministri, in programma venerdì prossimo. Alle esequie parteciperanno anche il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e il presidente del Senato, Renato Schifani. Berlusconi sarà a Messina da venerdì pomeriggio con il sindaco Buzzanca per un vertice sulla situazione del futuro degli sfollati e la loro sistemazione abitativa.
Saranno sepolte le salme delle vittime, alcune identificate, altre no. I morti accertati sono a questo punto 26, mentre 9 persone risulterebbero tuttora disperse e non è sicuro che i loro corpi siano recuperabili.

Fondi per l'emergenza - Oggi il governo stanzierà 20 milioni di euro per fronteggiare le prime fasi dell'emergenza che il messinese deve affrontare dopo l'alluvione, ha annunciato Guido Bertolaso, il sottosegretario alla Protezione civile, durante l'informativa alla Camera sul disastro. I 20 milioni di euro si aggiungeranno così ai 20 milioni già stanziati dalla regione Sicilia.

Bertolaso: «grande piano di manutenzione del paese» - Bertolaso ha dichiarato anche che a fronte delle ultime catastrofi serve un «grande piano di manutenzione del Paese». Il servizio nazionale di Protezione civile «ha funzionato», nell'affrontare l'emergenza a Messina ma «non tutto si può prevedere da Roma», e «sono le autorità locali le uniche in grado di conoscere gli effetti di un temporale anche di grande intensità sul loro territorio».