17 novembre 2019
Aggiornato 18:30

Alluvione Messina, Cidec: danni ingenti ai negozi

Per l'associazione dei commercianti è necessario garantire immediata ripresa attività

ROMA - Il presidente nazionale della CIDEC (Confederazione Italiana dei Commercianti), Agostino Goldin sollecita un immediato intervento a sostegno delle aziende colpite dall’alluvione in Sicilia. «E’ necessario predisporre – sostiene Goldin - d’intesa con gli istituti di credito, specifici strumenti finanziari utili a garantire un’immediata ripresa dell’operatività di tanti negozi colpiti dalla violenta alluvione. Per il commercio rappresenta un vero e proprio disastro. Non abbiamo ancora una stima dei danni ma gli esercizi commerciali danneggiati sono migliaia».

La CIDEC si è mobilitata per far fronte all’emergenza e chiederà al Governo interventi straordinari a favore degli imprenditori danneggiati. «Le nostre strutture – spiega il presidente nazionale Agostino Goldin - stanno raccogliendo informazioni sulla situazione che poi saranno inviate alle diverse amministrazioni comunali. Abbiamo anche attivato una task force che sta monitorando le emergenze su tutto il territorio siciliano. Migliaia di negozi rischiano davvero la chiusura. Ovviamente la provincia di Messina è quella più colpita: non si contano i negozi allagati, con ingenti danni ancora non quantificati, senza contare la merce andata perduta. La Cidec si augura che arrivino risposte precise da parte del Governo. Le richieste di risarcimento devono trovare seguito in tempi molto rapidi, considerata l'emergenza del caso e la crisi economica».