18 novembre 2019
Aggiornato 02:00
Nubifragio Messina

Berlusconi: «A Messina in 4-5 mesi realizzeremo nuovi quartieri»

Il Presidente del Consiglio garantisce «nessun cittadino sarà abbandonato»

MESSINA - «Ci sono 520 persone che hanno dovuto lasciare le loro abitazioni e per loro prevediamo che, con l'intervento della Regione e del governo, si possa avviare un'attività di costruzione di quartieri in cui queste comunità possano riformarsi. L'esperienza dell'Aquila, unica al mondo, ci offre la possibilità di prevedere che questi quartieri potranno essere realizzati in 4 o 5 mesi». Lo afferma al Gr1 il premier Silvio Berlusconi.

Quanto alle agevolazioni da concedere a chi è rimasto colpito dalla frana, Berlusconi ribadisce: Ci sarà «uno stop al pagamento di imposte e tasse e dei mutui: nessun cittadino colpito da queste tragedie naturali può dire di essere stato abbandonato».

Il premier è poi tornato sulle dichiarazioni del capo della protezione civile Guido Bertolaso secondo cui servirebbero 25 miliardi di euro per mettere in sicurezza il territorio nazionale ed evitare il ripetersi di tragedie come quella di Messina, una «provocazione che Bertolaso ha ritenuto di dover fare per rendere consapevoli tutti noi che c'è molto da operare», ha detto Berlusconi.

«Penso che potremo destinare una cifra importante - aggiunge Berlusconi - per cominciare dalle zone più pericolose. Abbiamo ereditato la situazione che conosciamo, guarderemo avanti cercando di operare concretamente per rimuovere i pericoli più gravi».