13 novembre 2019
Aggiornato 17:30
Si infittiscono le voci di un imminente cambio alla presidenza dello Ior

In Vaticano movimenti allo Ior, riunioni per il post-Caloia

In pole position per la presidenza Ettore Gotti Tedeschi

Città del Vaticano - Si infittiscono le voci di un imminente cambio alla presidenza dello Ior, la Banca vaticana, guidata attualmente dal professor Angelo Caloia. E si parla con insistenza anche di una riunione del Consiglio direttivo dello Ior, presieduto dal cardinale Tarcisio Bertone, questa mattina nella sede della Banca vaticana al Torrione di Niccolò V, anche se ufficialmente la riunione non è stata confermata dal Vaticano.

L'Istituto per le Opere di Religione (Ior) è finito nell'occhio del ciclone con la pubblicazione del volume Vaticano s.p.A, in cui l'autore Gianluigi Nuzzi denuncia gli affari oscuri o poco chiari delle finanze vaticane, soprattutto nel periodo gestito dal 'banchiere di Dio', monsignor Paul Marcinkus e dal suo numero due, Donato De Bonis, ma anche quello dell'attuale presidente Caloia. Proprio per questo è partita l'operazione trasparenza' che dovrebbe portare al rinnovo del vertice dello Ior. Il primo ottobre ci sarà un summit di esperti della finanza bianca su iniziativa della fondazione Centesimus annus per discutere anche del rinnovo dei vertici laici dello Ior.

Il mandato del banchiere lombardo Caloia scade nel marzo 2011, ma in molti parlano di una sua uscita imminente. Il nuovo presidente sarà selezionato in una rosa di nomi e tra i favoriti c'è Ettore Gotti Tedeschi, rappresentante in Italia del Banco Santander Central Hispano, ma soprattutto editorialista dell«Osservatore Romano', vicino al segretario di Stato vaticano. Sembra invece oramai improbabile la nomina di Antonio Fazio, ex governatore della Banca d'Italia, sponsorizzato dal cardinale Giovanni Battista Re, oggi rinviato a giudizio per il caso Unipol.

Il professor Caloia è da 20 anni alla guida dello Ior ed è stato chiamato dal cardinale Casaroli per mettere la parola fine allo 'scandalo' dell'ex Banco Ambrosiano che coinvolse Marcinkus e Roberto Calvi.

Ma come viene nominato il presidente dello Ior? Una commissione di super consulenti esterni dovrebbe proporre una rosa di nomi, ma la nomina spetterebbe al cardinale Bertone, anche se l'ultima parola resta sempre al Papa.