20 settembre 2019
Aggiornato 18:30
Disastro Viareggio

Moretti: «Fessurazioni» asse carrello causa incidente

«Occorre indagare sui tempi»

ROMA - Le cause dell'incidente di Viareggio sono state con tutta probabilità le troppe 'fessurazioni' dell'asse del carrello. Lo ha ribadito l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, intervenendo a SkyTg24 pomeriggio.

«Ieri - ha affermato Moretti - ho detto di cosa si trattava anche per rassicurare la gente. Funzionava tutto, dal personale all'infrastruttura, tranne quel piccolo particolare. C'è stato un chiaro fenomeno: si è spaccato un asse. Ma il problema non è nato ovviamente nella stazione di Viareggio. Nel tempo - ha spiegato l'ad delle FS - le fessurazioni dell'asse sono aumentate e la superficie resistente dell'asse si è logorato per due terzi della sezione. Questo ha fatto sì che le ruote del carro fossero meno stabili e avvenisse il deragliamento. I tempi del deragliamento sono l'elemento di indagine che deve essere fatto».

Moretti ha concordato quindi sul fatto che la manutenzione venga effettuata sui chilometri percorsi anziché sui tempi. «Sono d'accordo; sono stato uno dei suggeritori anche in sede Ue. Con la liberalizzazione le varie flotte devono avere una più chiara determinazione dell'uso svolto attraverso una chiara determinazione dei chilometri fatti e del peso trasportato.

Questo - ha aggiunto - deve andare di pari passo all'omogeneizzazione dei sistemi delle licenze e dei certificati».