20 ottobre 2019
Aggiornato 02:30

Schifani: «Sui parlamentari una battuta di Berluscini»

«Non più rinviabile ridurre numero e superare bicameralismo»

ROMA - Il presidente del Senato, Renato Schifani, commenta le parole di Silvio Berlusconi sul Parlamento: «La battuta sui parlamentari che difficilmente voterebbero la riduzione del loro numero, secondo me, rimane esclusivamente tale e non esprime - afferma in una nota diffusa dall'ufficio stampa di Palazzo Madama - alcun giudizio di valore. Tra l'altro l'ho già sentita fare in passato da altri autorevoli esponenti politici».

RIFORME - «Rimane comunque centrale - dice ancora Schifani - la questione che un Parlamento composto da quasi mille persone, con un sistema basato su due Camere con identici poteri, comporta inevitabilmente problemi di funzionalità e non è più adeguato ad un momento storico che richiede decisioni tempestive e consapevoli. Ecco perché la riduzione del numero dei parlamentari e il superamento del bicameralismo perfetto appaiono sempre più un rimedio necessario e non più rinviabile. In questo senso, ritengo che si debba lavorare tutti insieme - conclude la seconda carica dello Stato - nell'interesse del Paese».