17 giugno 2024
Aggiornato 09:00
Dimensionamento scolastico

“Il piano di dimensionamento è frutto della concertazione”

Così l'assessore regionale ai Beni Culturali ed alla Pubblica Istruzione replica alle dichiarazioni dell'esponente della Cgil, Giusto Scozzaro

PALERMO - «Ribadisco quanto ho già detto, ovvero che il piano di dimensionamento della scuola siciliana è scaturito dalla concertazione che c'è stata con le parti. Nessuna modifica o correzione è stata apportata unilateralmente e Scozzaro della Cgil lo sa bene».

Così l'assessore regionale ai Beni Culturali ed alla Pubblica Istruzione replica alle dichiarazioni dell'esponente della Cgil, Giusto Scozzaro.
«Questo signore – afferma Antinoro – continua a non spiegare a cosa si riferissero le sue insinuazioni su presunti interessi che avrei difeso. E non potrebbe essere altrimenti, dato che è palese che ho difeso solo ed esclusivamente l'interesse della scuola siciliana nel suo complesso».

«Spero - conclude Antinoro - di non dover proseguire in questo botta e risposta con il sindacalista in merito alle sue infondate illazioni. Sono disponibile, invece, a confrontarmi con le organizzazioni sindacali, e anche con Scozzaro, sul piano di dimensionamento, non appena sarà concluso l'iter al ministero competente».