19 giugno 2021
Aggiornato 02:00

RAI chiamata in giudizio dal Codacons per danno e responsabilità precontrattuale

E intanto la Commissione di Bigilanza esamina il caso dell’esclusione del Codacons da “Domenica in” dopo aver fatto convocare cittadini e autorità

A breve la Commissione di vigilanza Parlamentare Rai esaminerà la brutta vicenda dell’esclusione del Codacons dalla trasmissione di Rai1, «Domenica In».
Come si ricorderà per oltre un mese l’associazione fornì alla redazione di «Domenica in politica», condotto da Monica Setta, documenti, notizie, presenze in studio di cittadini e addirittura del presidente dell’Antitrust Catricalà, ma venne poi senza alcuna ragione esclusa dalle puntate del programma.

La Commissione dovrà quindi pronunciarsi sul comportamento della rete di Stato e della conduttrice Monica Setta, che solo pochi giorni fa al «Velino» dichiarava di tenere sempre aperte al Codacons le porte della sua trasmissione, affermazioni che purtroppo non corrispondono a verità, dal momento che l’associazione continua ad essere discriminata a Domenica In.

La Rai dovrà inoltre rispondere dinanzi al Giudice di pace di Roma dei danni patrimoniali e morali provocati all’associazione, in base alle norme sulla responsabilità precontrattuale. L’associazione ha infatti citato in giudizio la rete di stato, chiedendo un equo indennizzo.