24 febbraio 2024
Aggiornato 01:00
Piano anticrisi Governo

«Nessun aiuto a famiglie e imprese»

Lo sostiene il capogruppo dell'IdV in Commissione Finanze, Elio Lannutti

Del tutto negativo il giudizio dell'Italia dei Valori sul «decreto salvabanche» che il Senato sta licenziando. «Malgrado avessimo manifestato la più ampia disponibilità a correggerne i contenuti, sarà approvato un provvedimento che tiene fede al suo nome: salva banche e salva banchieri, visto che non aiuta certamente le famiglie e le piccole e medie imprese», sostiene il capogruppo dell'IdV in Commissione Finanze, Elio Lannutti.

«Questo è un Governo che va a braccetto con i banchieri - sottolinea l'esponente IdV - cioè con quelli stessi che l'anno scorso guadagnavano 26/27 mila euro al giorno, mentre alle famiglie non va incontro nemmeno sui mutui: i tassi caleranno solo per quel che stabilisce la Banca Centrale Europea».

«Non sono stati accolti, infatti, gli emendamenti presentati dall'Italia dei Valori, nemmeno quelli su cui ieri sera si era raggiunto un accordo in Commissione» aggiunge Lannutti enumerandone qualcuno: «L'IdV aveva chiesto la vendita di una parte delle riserve auree di Bankitalia per far fronte alla crisi così come hanno fatto altri Paesi europei, il trasferimento di quelle sue azioni oggi in mano alle banche per evitare un palese conflitto di interessi, un preavviso maggiore delle 24 ore attuali per la revoca degli affidamenti bancari, l'immediata entrata in vigore della class action. Nessuno di questi è stato accolto - conclude Lannutti - e a rimetterci saranno solo famiglie e imprese».