19 giugno 2021
Aggiornato 01:00
«La Bresso si ribella al governo? Verrebbe meno al senso dello Stato tipico dei piemontesi»

«Su scuola e clima la Bresso combatte contro i mulini a vento»

Così si è espresso Enzo Ghigo, coordinatore regionale di Forza Italia /Pdl

«Bresso che si ribella al governo? Verrebbe meno al senso dello Stato che è connaturato nei piemontesi». Così si è espresso Enzo Ghigo, coordinatore regionale di Forza Italia /Pdl, commentando le dichiarazioni della presidente della Giunta regionale, contraria a dare attuazione alle norme sulla razionalizzazione della rete scolastica.

«La sinistra – ha sottolineato Ghigo - ha tanto criticato il federalismo perché temeva che si sfasciasse il Paese. Adesso Bresso propugna addirittura la non applicazione delle regole che governo e parlamento intendono fissare per la scuola. Peraltro i decreti attuativi sono all’esame della Conferenza delle Regioni e in quella sede tutti potranno far valere le loro ragioni, magari discutendo di cose concrete e non di notizie inventate, come la bufala sulle oltre 800 chiusure in Piemonte.

E’ un curioso ribellismo quello che anima la presidente. Ieri, a Terra Madre, forse contagiata dal clima populista e dalla presenza di tanti campesinos, ha addirittura dichiarato che sull’ambiente il Piemonte sarà ancora più restrittivo dei parametri europei, che il governo italiano ha chiesto di sospendere. Lanciata nella città patria italiana dell’auto, mentre Marchionne si sbraccia per evitare regole troppo penalizzanti, questa crociata somiglia un po’ alle disfide donchisciottesche contro i mulini a vento».