1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Protesta studenti

«No a scontro politico sulla scuola»

E’ quanto dichiara l’avvocato Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori

«La scuola e l’università sono istituzioni fondamentali per la crescita e lo sviluppo di un Paese che vuole essere moderno e competitivo e non possono e non devono diventare terreno di scontro politico».
E’ quanto dichiara l’avvocato Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, auspicando per il bene del Paese un confronto costruttivo e non ideologico sui provvedimenti riguardanti scuola ed università.

«Le scelte che riguardano scuola ed università – continua Dona – devono essere fatte nel solo ed esclusivo interesse dei giovani, se si vuole garantire loro un futuro. Le polemiche sterili, da qualunque parte esse provengano, non contribuiscono certo a rafforzare le istituzioni scolastiche ed universitarie, ma ad indebolirle ulteriormente».

«L’aria che tira nel mondo è pesante - conclude Dona – e l’Italia non può concedersi il lusso di fermarsi o rifiutare a priori qualsiasi cambiamento in un momento in cui la recessione avanza, i consumi calano vertiginosamente e l’incertezza regna sui mercati. Certo è che i sacrifici devono farli tutte le categorie ed il buon esempio deve venire sempre dall’alto: nessuno può chiamarsi fuori proclamandosi innocente e magari invocare il rigore per gli altri».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal