28 gennaio 2020
Aggiornato 01:30
Al via la scuola nel Lazio

L'assessore Costa all'inaugurazione dell'anno scolastico laziale

Nell'anno scolastico 2008-2009 gli studenti delle elementari sono diminuiti di 1.200 unità rispetto al 2007-2008

Nell' anno scolastico 2008-2009 gli studenti delle elementari sono diminuiti di 1.200 unità rispetto al 2007-2008, ma «al contempo e' aumentata la richiesta di tempo pieno delle famiglie». Lo riferisce l'assessore all'Istruzione del Lazio Silvia Costa dopo la visita a tre istituti scolastici che oggi hanno ripreso le lezioni.

«Attualmente nel Lazio ci sono 5 mila classi a tempo pieno e 3 mila classi modulari - continua Costa -, ma dietro queste ultime ci sono tantissime richieste rimaste inevase, tantissime famiglie che hanno chiesto il tempo pieno e, non ottenendolo, hanno ripiegato sul modulare».

Il trend in ribasso delle elementari e' un unicum nella Regione, dove complessivamente quest'anno si sono iscritti 717.920 studenti, 4.027 in più dell'anno scorso. Di questi, 86.619 risultano iscritti alle scuole materne, 230.987 alle elementari, 151.334 alle medie e 248.980 alle superiori. Il maggiore aumento rispetto al 2007-2008 riguarda le scuole secondarie superiori, dove ci sono 2.618 iscrizioni in più, e le scuole medie (+ 1.719). In lieve crescita anche le scuole materne, con 891 alunni in più

Il vero e proprio boom di studenti si e' registrato a Roma, dove quest'anno se ne contano 501.822 e l'incremento (+5.886) va ben oltre la media laziale, mentre la provincia che registra le maggiori perdite in termini di iscritti e' Frosinone (72.714 studenti, 1.435 in meno del 2007-2008). Oltre a Roma l'unica provincia a veder aumentato il numero dei suoi studenti, anche se solo di 30 unità, e' Viterbo, che raggiunge i 39.036 iscritti. Diminuiscono le iscrizione anche a Latina (-376) e Rieti (-78), che raggiungono, rispettivamente quota 82.845 e 21.503 studenti.