19 gennaio 2020
Aggiornato 07:30
Federalismo

Cgil Sicilia: «Trovare compensazione tra entrate e competenze statuto siciliano»

«Il momento decisivo al quale occorre prestare il massimo dell’attenzione, sarà quello dei decreti attuativi»

«Per quanto riguarda il federalismo, il momento decisivo al quale occorre prestare il massimo dell’attenzione, sarà quello dei decreti attuativi. E’ in questa fase che occorrerà trovare un equilibrio tra fiscalità generale, dunque entrate, e competenze dello Statuto regionale»: lo ha detto Giuseppe Citarrella, presidente del Cerdfos, il Centro studi della Cgil siciliana, a proposito del federalismo fiscale.

«Il testo del governo - ha specificato - tratta dei principi generali da tradurre in azioni specifiche. E in questo contesto- ha aggiunto Citarrella- se si vuole realmente costruire un federalismo solidale, un ruolo fondamentale spetta alla commissione pariterica Stato – regioni e all’istituenda Camera delle Regioni. Dal loro lavoro- ha concluso l’esponente della Cgil - ci aspettiamo l’individuazione di meccanismi di armonizzazione e compensazione che tengano conto delle specificità regionali e non penalizzino la Sicilia».