14 giugno 2024
Aggiornato 08:30
«Dopo la sforbiciata di 2 miliardi e 612 milioni di euro voluta da Tremonti»

Difesa. Calipari: «Quali missioni La Russa non vuole confermare?»

Lo dice l’on. Rosa Villecco Calipari, capogruppo Pd in commissione Difesa della Camera

«L’on. La Russa piange sul latte versato. Dopo l’approvazione definitiva della manovra il ministro lamenta i pesanti tagli alla difesa che fino ad ora aveva sempre negato evitando di ascoltare le denunce del Pd». Lo dice l’on. Rosa Villecco Calipari, capogruppo Pd in commissione Difesa della Camera.

«Adesso è chiaro a tutti che l’on. La Russa ha dovuto accettare, cioè subire, la sforbiciata di 2 miliardi e 612 milioni di euro voluta da Tremonti – prosegue l’on. Calipari -. Ma la cosa più preoccupante è lo scarica barile sul Parlamento; un rappresentante dell’esecutivo non può alzare le spalle e dire di rimettere la decisione sulle missioni all’estero al Parlamento dopo aver ridimensionato i fondi per la difesa, come denunciato anche dal capo di stato maggiore generale Camporini. Su una materia importante come la politica estera è il governo che deve fare una proposta alle Camera, se mai i ministri riusciranno a trovare una posizione comune. Ci dicano chiaramente quali missioni militari vogliono confermare e quali no, evitando di continuare a mettere il Paese alla berlina davanti agli altri governi e a non dare un indirizzo politico chiaro e univoco, e quindi anche operativo, ai soldati italiani impegnati nelle missioni.

Se il ministro si lamenta tanto dei tagli, perché non ha accettato i nostri emendamenti alla manovra che li avrebbero evitati?».