28 ottobre 2021
Aggiornato 22:00
«La Lega usa due pesi e due misure nelle sue valutazioni»

Rifiuti: «La Lega parla bene e vota male»

A dichiararlo è Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera

«La Lega usa due pesi e due misure nelle sue valutazioni e dà chiara dimostrazione di parlare due linguaggi: uno è quello di facciata che adopera al Nord, quando critica il Sud e Roma padrona, un altro è quello usato nelle aule del Parlamento, in fase di votazione, quando va contro quei provvedimenti che potrebbero modificare proprio gli aspetti della realtà del paese che essa stessa contesta a gran voce».

A dichiararlo è Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera, che spiega: «Quando si è trattato di votare il decreto sui rifiuti in Campania, la Lega ha avanzato proposta di trasformare il finanziamento di 500 milioni in prestito. Adesso, sulla questione dei rifiuti a Palermo abbiamo fatto praticamente la stessa cosa noi dell’Italia dei Valori, con un emendamento cui la Lega ha votato contro. Quello che non riusciamo a comprendere è quale coerenza ci sia in un comportamento del genere. Il Carroccio – conclude Borghesi – parla bene e vota male».