16 ottobre 2021
Aggiornato 10:30
Intesa istituzionale per il Nolano

Bonifiche: sottoscritta l’intesa istituzionale per l’area nolana

I principali interventi previsti dall’Intesa

E’ stata sottoscritta oggi a palazzo S. Lucia un’intesa istituzionale programmatica  per la realizzazione di opere di mitigazione ambientale, di bonifica dei siti inquinati e di infrastrutture di  collegamento nell’area Nolana.

L’intesa è stata siglata dal presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, dal presidente della Provincia Dino Di Palma, dal commissario alle Bonifiche Massimo Menegozzo, dall’Arpac, dall’Asl Napoli 4 e dai sindaci del Nolano.

Questi i principali  interventi previsti dall’Intesa:

·Accelerazione dei tempi di realizzazione dello svincolo autostradale A16 Napoli – Bari, nel Comune di Tufino. L’intervento,  già finanziato  dall’ Accordo di Programma Quadro sottoscritto nel febbraio 2006,  è in via di completamento;    

·Realizzazione del Polo del florovivaismo nell’agglomerato Asi di Marigliano, in quanto infrastruttura di sostegno allo sviluppo produttivo dell’area e intervento di ricomposizione ambientale;

·Piano organico di interventi coordinato dal Commissariato bonifiche per il completamento delle bonifiche già avviate;  dichiarazione  dell’intera area nolana, dal punto di vista delle attività estrattive,  quale  zona ad alta criticità (Z.A.C.);

·Realizzazione di interventi di risanamento urbanistico del complesso della ‘Cisternina’ da destinare a Polo integrato delle attività formative, di ricerca, di innovazione tecnologica e di servizio legate alla tutela ambientale;

·Campagna di monitoraggio straordinaria sulle condizioni ambientali dell’area da parte dell’ARPAC e campagna di monitoraggio sulle condizioni della salute da parte dell’ASL NA4;

·Insediamento di un tavolo di confronto istituzionale sul grande progetto dei Regi Lagni,  di cui la Regione ha già avviato lo studio di fattibilità;

·Realizzazione di un Piano d’Azione per la tutela del paesaggio e la valorizzazione dei beni culturali dell’area.

«Per raggiungere gli importanti obiettivi previsti dall’intesa – sottolinea il presidente Bassolino – investiamo 10 milioni di euro. Sono risorse significative dedicate a un’area che vogliamo valorizzare sia nel settore industriale, dei servizi e dell’innovazione, sia in relazione all’ambiente e alle sue grandi tradizioni culturali. Le risorse si aggiungono agli interventi già finanziati a favore di quest’area, strategica per lo sviluppo regionale».

La Provincia di Napoli contribuisce alla realizzazione degli interventi previsti con un milione di euro.
L’intesa riguarda i seguenti comuni: Camposano, Carbonara di Nola, Casamarciano, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Marigliano, Nola, Palma Campania, Roccarainola, San Paolo Belsito, San Vitaliano, Saviano, Scisciano, Tufino,Visciano.