16 novembre 2018
Aggiornato 06:30

Invitalia, 40 milioni di agevolazioni per innovazione e sviluppo

Di rilievo è l’impatto occupazionale previsto: 177 i nuovi posti di lavoro e 303 i confermati
Invitalia, 40 milioni di agevolazioni per innovazione e sviluppo
Invitalia, 40 milioni di agevolazioni per innovazione e sviluppo (Shutterstock.com)

ROMA - INVITALIA, l’Agenzia per lo sviluppo del Paese, ha deliberato quattro nuovi Contratti di sviluppo per un totale di 40,5 milioni di euro di agevolazioni, di cui 20,5 a fondo perduto. Di rilievo è l’impatto occupazionale previsto: 177 i nuovi posti di lavoro e 303 i confermati.

Le agevolazioni consentiranno di avviare una serie d’investimenti per il rinnovo tecnologico, l’incremento e l’efficienza energetica e per la riduzione dell’impatto ambientale su tutto il territorio nazionale: da Caserta ed Avellino dove sarà sviluppata componentistica in alluminio per il settore automotive, a Rovigo dove la Cargill Srl svilupperà processi innovativi nel settore alimentare. E ancora: da Potenza, con il nuovo polo motoristico aereonautico, allo stabilimento dell’Agla Power a Sant’Ambrogio di Torino dove le agevolazioni consentiranno di sviluppare ulteriormente la ricerca per innovare i prodotti destinati alle più grandi case automobilistiche mondiali: Jaguar, Audi, Fiat, alla General Motors, alla Maserati. Diventano così 126 le aziende italiane che hanno usufruito del supporto, anche strategico, di INVITALIA attraverso i Contratti di sviluppo (Cds), per un totale di 5 miliardi di investimenti attivati e di circa  67.500 i posti di lavoro creati o salvaguardati.

Il progetto che ha convinto gli esperti di INVITALIA ad ammettere il Contratto di sviluppo si chiama «South Automotive» e guarda lontano: a soddisfare la domanda, in incremento, di componentistica in alluminio proveniente dal settore automotive. Nei prossimi 5 anni è prevista una crescita  del 4% annuo del mercato legato all’espansione dei veicoli elettrici, che richiedono più alluminio rispetto a quelli convenzionali. Proposto da due medie imprese campane, la Idromodul Srl di Caserta e la La.Me.S. Spa di Vallata (Av) - che producono entrambe componenti in ghisa e alluminio per l’industria automobilistica e annoverano tra i principali clienti Tower Automotive, Magneti Marelli e Iveco - «South Automotive» punta alla creazione di una nuovo polo produttivo a Caserta e all’ampliamento dell’attuale capacità produttiva dello stabilimento della La.Me.S.ro.

Nascerà presto un nuovo polo motoristico aeronautico per il mercato degli aeromobili civili e degli ultra leggeri per l’area industriale. E nascerà nell’area industriale Valle di Vitalba , ad  Atella (Pz ) dove la Cmd Spa (Costruzioni Motori Diesel) – azienda leader nella progettazione e produzione di motori - ha deciso di espandere la sua attività con un investimento di 36 milioni di euro nel settore aeronautico, reso possibile anche dal Contratto di Sviluppo ammesso da INVITALIA e che prevede agevolazioni per 6,5 milioni per progetto di ricerca e sviluppo, con la partecipazione dell’Università degli Studi della Basilicata,  e 8,2 milioni di euro per il programma industriale (di cui 5,2 a fondo perduto e 3 a mutuo agevolato).

INVITALIA ha concesso un agevolazione complessiva a fondo perduto di circa 3,4 milioni di euro, di cui 1,9 per l’investimento produttivo e 1,5 per il progetto di ricerca e sviluppo a favore di Agla Power Trasmission Spa che, dal ’91, fabbrica componenti per motori, in particolare pulegge e volani. Media impresa di Avigliana, nel torinese, Agla Power Trasmission adotta tecniche produttive all’avanguardia ed ha conquistato un primato nel mercato mondiale poiché è una delle pochissime aziende in Europa, l’unica in Italia, capace di realizzare pulegge con la particolare tecnica della rullatura, la deformazione plastica dei metalli. Agla si è così imposta sul mercato ed è divenuta fornitore strategico di molte case automobilistiche. Tra i sui clienti più prestigiosi: Jaguar, Audi, Fiat, Maserati, General Motors.