26 giugno 2022
Aggiornato 21:30
Innovazione

Enel ha aperto un hub per startup nella Silicon Valley russa

L’obiettivo è quello di individuare e sviluppare collaborazioni con startup, PMI e altre aziende russe su un’ampia gamma di progetti in diversi settori, come le soluzioni di efficienza energetica, le smart grid

Enel ha aperto un hub per startup nella Silicon Valley russa
Enel ha aperto un hub per startup nella Silicon Valley russa Foto: Shutterstock

SKOLKOVO - E’ il sesto polo tecnologico e dedicato all’innovazione di ENEL nel mondo. Dopo aver lanciato altri cinque hub a Tel Aviv, Berkeley, Hawaii, Rio de Janiero e Santiago, il colosso ha inaugurato un altro Innovation Hub in Russia, all’interno del polo tecnologico di Skolkovo.

L’obiettivo è quello di individuare e sviluppare collaborazioni con startup, PMI e altre aziende russe su un’ampia gamma di progetti in diversi settori, come le soluzioni di efficienza energetica, le smart grid, le energie rinnovabili, l’Internet of Things (IoT) e il Big Data Analytics. «L’innovazione è una grande sfida per tutte le aziende affermate che operano in settori che storicamente hanno goduto di uno sviluppo naturale grazie a tecnologie ereditate - afferma Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di ENEL -. Il Technopark di Skolkovo testimonia il successo degli sforzi compiuti dalle autorità russe per promuovere un terreno fertile in cui università, laboratori, startup e aziende siano spronati a lavorare insieme per creare soluzioni che abbiano un impatto sul nostro modo di generare, distribuire e utilizzare l’energia».

Gli accordi siglati con altri partner del territorio permetteranno ad ENEL di avere una maggiore incidenza nel settore tecnologico nel Paese. In particolare, l’accordo con la Moscow School of Management Skolkovo, avrà l’obiettivo di promuovere legami accademici e culturali nell’ambito della ricerca e istruzione nel settore dell’energia, dell’ambiente e delle scienze sociali; l’accordo con la Fondazione Skolkovo per cercare nuove soluzioni tecnologiche e start-up nei settori dell’efficienza energetica e dei processi industriali. La partnership con l’Internet Initiatives Development Fund (IIDF) servirà a stringere una collaborazione sulle start-up con grande potenziale nel settore dell’Information Technology (IT), oltre che per monitorare i principali trend tecnologici e di business.

L’apertura di innovation hub nel mondo rientra nell’approccio Open Innovation di Enel, che consiste nell’aprirsi a influenze esterne, scambiando idee con chi è all’avanguardia nelle più recenti tendenze tecnologiche, in modo da restare sempre un passo avanti rispetto ai competitor in un settore che si evolve a ritmi rapidissimi. Oltre agli hub, attualmente ENEL ha 80 progetti in tutto il mondo con startup internazionali attive nei settori di energie rinnovabili, manutenzione predittiva, automazione della casa, servizi industriali di IoT, telecomunicazioni, servizi tecnologici a valore aggiunto sia per clienti privati che industriali e molte altre soluzioni applicabili al settore dell’energia e alle sue esigenze in constante evoluzione. Nel 2016 ENEL ha investito circa 60 milioni di euro in 300 progetti di innovazione, siglando oltre 114 accordi con altre società leader e dando vita ad 80 collaborazioni con startup.