24 giugno 2017
Aggiornato 22:46
risparmio privato

Fintech, a investire per noi ci pensa un chatbot

Un progetto unico al mondo realizzato a Milano da Deus Technology e Conversate. Utilizzando anche un semplice smartphone, gli investitori potranno interagire nel modo più rapido e diretto, via chat o via voce, con una piattaforma per la gestione del risparmio

Fintech, a investire per noi ci pensa un chatbot
Fintech, a investire per noi ci pensa un chatbot ()

MILANO - I nostri investimenti li farà un robot a cui potremo parlare come se fosse un agente di borsa. Un po’ come facciamo con Siri o con Alexa gli assistenti virtuali rispettivamente di Apple e di Amazon. Futuro fantascientifico degno di una pellicola cinematografica hollywoodiana? Non esattamente. La tecnologia è Made in Italy ed è stata sviluppata a Milano da Deus Technology e Conversate e unisce il meglio del roboadvisory con l'ultima frontiera dell'intelligenza artificiale. Utilizzando anche un semplice smartphone, gli investitori potranno interagire nel modo più rapido e diretto, via chat o via voce, con una piattaforma per la gestione del risparmio.

Robot e intelligenza artificiale
Il progetto è stato reso possibile grazie all'accordo strategico siglato tra Deus Technology e Conversate, che hanno deciso di integrare tra loro le proprie piattaforme tecnologiche del fintech roboadvisory e dell'intelligenza artificiale, tra le più avanzate anche in ambito europeo. Deus è una software house fondata da Paolo Galli e da Pasquale Orlando che opera da sette anni nei sistemi per il roboadvisory, già adottati da numerose banche e Sgr, che consentono l'implementazione di modelli fintech di consulenza agli investimenti.

Il vantaggio dei chatbot
Conversate, il cui fondatore - Alessandro Vitale - vanta dal canto suo una vasta esperienza negli algoritmi di intelligenza artificiale ed il cui focus si concentra proprio nei settori banking ed insurance, ha sviluppato una piattaforma di Artifical Intelligence per chatbot che, attraverso chat testuali ma anche vocali, consente di interagire con i sistemi informatici più avanzati e di ottenere risposte operative complesse ed esaustive anche in materie estremamente tecniche come la gestione del risparmio. Il modello di roboadvisory proposto da Deus copre attualmente tutti i segmenti di clientela: retail, affluent e private; per ogni segmento è previsto un livello di personalizzazione coerente con il patrimonio detenuto dal cliente, molto bassa per i clienti piccoli e via via maggiore per i clienti con masse gestite importanti. La Banca, attraverso il motore robot di Deus, può decidere di abilitare processi automatici di consulenza diretti al cliente finale (RoboAdvisory) oppure di supportare le reti di consulenti nell'erogazione del servizio (Robo for Advisor).

Big Data e personalizzazione
In ogni caso, però, la personalizzazione è un elemento chiave ed innovativo del modello di roboadvisory, reso possibile grazie all'elevato livello di conoscenza del cliente basato su dati ed informazioni di varia natura: economico, sociale e comportamentale. Questa personalizzazione viene amplificata dalla nuova modalità naturale e diretta con la quale gli utenti potranno ora accedere alla consulenza: percorsi digitali semplici ed immediati, gli stessi che oggi milioni di utilizzatori usano per chiedere informazioni stradali, annotare appunti o mandare messaggi. In questa logica, Deus Technology e Conversate sono concordi nell'affermare che la tecnologia del chatbot applicata al roboadvisory rappresenti oggi la più grande evoluzione in termini di semplificazione e immediatezza di utilizzo nell'ambito della consulenza finanziaria. Per questo motivo Deus ha deciso di estendere la propria piattaforma con tecnologie di Artificial Intelligence, attraverso un motore intelligente che interpretando il linguaggio naturale del cliente è in grado di dialogare a sua volta con l'engine di roboadvisory per rispondere a tutte le domande del cliente stesso o del suo advisor. Dunque la potenza di calcolo del roboadvisory verrà resa facilmente disponibile all'utilizzatore finale mediante la capacità di elaborazione del linguaggio che è propria dell'Artificial Intelligence.

Fintech e robot
«Per Deus la partnership con Conversate è strategica - ha detto Paolo Galli, amministratore delegato di di Deus - e si inserisce nell'ambito della nostra strategia di costante innovazione nel panorama fintech anche in ambiti di frontiera come appunto quello dell'Artificial intelligence». Deus Technology è un fintech enabler indipendente nato sette anni fa dall'iniziativa di un gruppo di specialisti in informatica, telco, statistica e matematica finanziaria. È oggi leader nella realizzazione di progetti per evolvere i modelli di servizio di erogazione della consulenza finanziaria mediante l'utilizzo intensivo della tecnologia (roboadvisory e robo for advisors). Deus si avvale di un team di circa 40 professionisti. Tra i suoi clienti annovera numerose tra le principali aziende creditizie e finanziarie del mercato: da Intesa Sanpaolo a Euromobiliare Sgr, da Banco BPM a Banca Generali