26 giugno 2017
Aggiornato 00:00
startup life

Crowdfunding, il successo è nella pianificazione

Gli step per una buona campagna di crowdfunding. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con la Dott.ssa Lucia Michela Daniele, PhD in Management - Second University of Naples e membro di ItalianCrowdfunding.it. Ecco cosa ci ha raccontato

Crowdfunding, il successo è nella pianificazione
Crowdfunding, il successo è nella pianificazione (Credit of courtesy by Adobe Stock)

MILANO - Le startup stanno crescendo. Lo confermano i numeri, i report, che scattano la fotografai di un’Italia pronta, mai come oggi, ad aprire le porte all’innovazione. Se da una parte il numero delle startup innovative iscritte al registro delle imprese sta per sfiorare quota 7mila, dall’altra per queste attrarre capitali rappresenta ancora un grande limite. C’è chi va all’estero, dove ha trovato venture capital e business angels disposti a sostenere il progetto, c’è chi fa fund raising attraverso gli acceleratori. Oppure chi sceglie il crowdfunding che, ricordiamolo, non è e non deve essere l’ultima spiaggia per le startup. Anzi. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con la Dott.ssa Lucia Michela Daniele, PhD in Management - Second University of Naples e membro di ItalianCrowdfunding.it, che ci ha spiegato nel dettaglio (e ci spiegherà in una serie di appuntamenti dedicati), quali sono gli step per la corretta costruzione e gestione di una campagna di crowdfunding.

Il successo è nella pianificazione
Un’idea o un progetto valido, la grinta ed il coraggio di mettersi in gioco, sono ingredienti essenziali per il successo di una campagna di crowdfunding, tuttavia, non sempre sono sufficienti.

Una buona idea non basta
Razionalizza la tua value proposition, trasforma la tua idea in un progetto. Partendo dalla chiarificazione dell’idea, analizza il mercato di riferimento, individua il potenziale target, valuta punti di forza e debolezza del progetto e definisci con chiarezza gli obiettivi – primari e secondari – che intendi raggiungere.

Credibilità
La naturale cornice del crowdfunding è il web, una solida e chiara immagine social del progetto e dell’autore è un ingrediente imprescindibile per la buona riuscita del progetto.

Scova la tua community
Nella fase di definizione del progetto avrai identificato un target preciso cui intendi rivolgerti, ora dovrai scovarlo e gradualmente attrarre verso il progetto. Mappa gli spazi virtuali dove la community si incontra ed esprime i propri interessi, attiva gradualmente processi di conoscenza da rafforzare in vista della campagna.

Networking
Focalizzati sul pubblico di riferimento, non disperdere energie e risorse. Attira gradualmente la community verso i canali social del progetto, nel crowdfunding spesso la community si appassiona alla tua storia, a come è nata l’idea e perché realizzarla ti fa svegliare col sorriso ogni mattina, per cui, trova il modo di farla vivere il più possibile anche a chi vuoi che ti sostenga. Costruisci e programma contenuti smart ed utili, bisogna sin da subito iniziare un coinvolgimento diretto con i seguaci.

Marketing pre-launch
Costruisci un piano di marketing che preceda la campagna, ogni contenuto dovrà essere calibrato sugli obiettivi del progetto e coerente con il pubblico di riferimento. Programma contenuti diretti al target potenziale per informalo, coinvolgerlo ed emozionarlo in vista della campagna. Stila una lista di influencer di settore e testate giornalistiche di rilievo che possano raccontare del tuo progetto. Tieni aggiornati i tuoi potenziali contributori sugli avanzamenti del progetto, costruisci una semplice landing page per raccogliere indirizzi mail. Ricorda: il 50-70% delle contribuzioni al tuo progetto arriveranno dalla community che sei stato in grado di coinvolgere.

Off line
Promuovi attivamente il tuo progetto anche offline. Fiere, eventi, manifestazioni settoriali, road show sono preziose occasioni per potersi presentare al pubblico di persona e per potersi confrontare con gli operatori del settore e costruire relazioni strategiche per la riuscita dell’intero progetto.