24 giugno 2017
Aggiornato 22:30
delivery

DrinkExpress, la startup che ti porta lo champagne a casa

DrikExpress, fondata un anno fa, nasce come servizio delivery innovativo che tramite molteplici canali di vendita, dà la possibilità di ordinare comodamente dal tuo smartphone tutto ciò che riguarda il beverage

DrinkExpress
DrinkExpress (DrinkExpress)

CATANIA - Lanciare una startup in Italia è già particolarmente difficile rispetto ad altri Paesi (anche se le cose sembrano muoversi nella direzione giusta). Se poi ci si trova nel Sud Italia, la sfida è ancora più ardua. Niente classificazioni, ma un dato di fatto, confermato dai talenti italiani che al Sud ci vivono e combattono contro una cultura radicata che guarda con sfiducia all’innovazione. Ma Vincenzo D’Urso, fondatore di DrinkExpress, è voluto partire proprio da Catania, per sviluppare il suo progetto. «Ho lasciato gli studi per fondare la mia startup su cui ho lavorato sodo - ci racconta -. Qui in Sicilia è difficile far capire alle persone che il digitale e la tecnologia possono facilitare davvero la vita. Ma sono felice di ciò che abbiamo fatto io e i miei soci Antonio e Davide Coco».

Il servizio di beverage a domicilio
DrikExpress, fondata un anno fa, nasce come servizio delivery innovativo che tramite molteplici canali di vendita, (social, applicazione e piattaforme online) ti dà la possibilità di ordinare comodamente dal tuo smartphone tutto ciò che riguarda il beverage con consegna immediata (massimo 20 minuti, anche in provincia di Catania e anche con messaggi WhatsApp). Il servizio si svolge nel cuore della notte, dalle ore 20.00 alle 4.00 di mattina. «La nostra piattaforma, inoltre, fornisce al cliente tutta una serie di informazioni - ci dice Vincenzo - dalle recensioni, ai consigli, all’abbinamento gastronomico o temperatura». Su DrinkExpress è possibile quindi scegliere svariati prodotti beverage, dallo champagne alla birra artigianale. E il pagamento è semplice, con carta o contrassegno.

Anche servizio food
«Abbiamo attivato anche alcuni accordi con diverse tavole calde o bar che offrono il servizio di ristorazione durante il nostro orario in modo tale che l’utente possa scegliere facilmente anche l’abbinamento gastronomico - continua Vincenzo -. Offriamo il nostro servizio anche a ristoranti o strutture locali che possono ordinare il beverage direttamente da noi senza fare magazzino. A nostro parere, un vantaggio considerevole».

Un riscatto per il Sud Italia
Vincenzo e il suo team, però, guardano all’Italia e ad ampliare sempre di più servizio, lavorando con catering per grandi cerimonie. Anche se le sfide sono quotidiane e complesse da affrontare, soprattutto con le persone. «I giovani, qui a Catania, ci raccomandano e siamo conosciuti. Vuol dire che abbiamo fatto un buon lavoro - conclude Vincenzo -. Ma non è semplice avviare una startup qui al Sud. La maggior parte delle persone pensano che qui non si possa fare innovazione e, soprattutto che l’innovazione non serva. La nostra è anche una sfida personale per far capire che la nostra terra vale e che le buone idee possono nascere anche qui».