25 aprile 2019
Aggiornato 06:00
foodtech

EdoApp, l'app che ti dice cosa mangi

E' sufficiente inquadrare il codice a barre per ottenere il grado di salubrità di un prodotto. L'app fornisce anche gli alimenti alternativi, più salubri e adatti allo stile di vita dell'utente

EdoApp, l'app che ti dice cosa mangi
EdoApp, l'app che ti dice cosa mangi ( Shutterstock )

CESENA - Malgrado le etichette dei prodotti che consumiamo siano decisamente esaustive, spesso non è facile comprendere realmente il grado di salubrità della merce che troviamo al supermercato. Senza considerare i giorni in cui andiamo di fretta e diventa praticamente impossibile prestare attenzione a cosa introduciamo nello stomaco, arrabattandoci tra un impegno a l’altro e consumando, di fatto, quello che capita. Come cambiare queste abitudini in modo semplice?

«Durante i nostri studi ci siamo resi conto che spesso le persone mangiano quello che capita quando lavorano o non hanno tempo per fare la spesa - ci racconta Luciano, co-fondatore di EdoApp -. Per questo abbiamo deciso di programmare un algoritmo che fosse capace di elaborare dei dati relativi ai prodotti che generalmente consumiamo e che fosse capace di dare delle informazioni ulteriori sul medesimo».

I valori nutrizionali con un click
Così nasce EdoApp, più o meno 3 anni fa, nel 2013, un’applicazione capace di indicare il grado di salubrità di un prodotto, fornendo i valori nutrizionali e molti altri parametri, per una spesa più consapevole. «Abbiamo seguito subito un percorso di accelerazione al Cesena Lab che era nato da poco - continua Luciano -. Questo ci ha permesso di crescere rapidamente e di ottenere anche un primo importante investimento». Di fatto l’utilizzo dell’app è molto semplice perché all’utente basta unicamente inquadrare il codice a barre presente sul packaging del prodotto. Il software riconosce il prodotto e fornisce le informazioni di cui si ha bisogno. In primo luogo un indice numerico da 1 a 10 che riassume il livello di salubrità calcolato da un algoritmo che tiene conto dei valori nutrizionali e delle certificazioni e li mette in relazione ai dati che l’utente ha rilasciato al momento della registrazione. «Un prodotto che è salubre per me può non esserlo per te - racconta Luciano -. La nostra profilazione è piuttosto precisa e personalizzata perché chiediamo di indicare intolleranze al glutine, al lattosio, lo stile di vita e tutta una serie di parametri che permettono all’algoritmo di studiare le singole esigenze».

(EdoApp)

I prodotti alternativi
Nel caso in cui il prodotto analizzato non faccia parte del database di EdoApp, l’utente può liberamente inviare al team delle fotografie in modo tale che lo stesso possa essere inserito all’interno dell’app. Oltre ai valori nutrizionali e al grado di salubrità, l’applicazione fornisce anche delle informazioni generali sul prodotto ed eventualmente, se presenti, delle curiosità. «In più indichiamo delle alternative al prodotto selezionato, magari più salubri e indicate al profilo dell’utente - dice ancora Luciano - e questo perchè uno dei nostri obiettivi è proprio quello di educare a un’alimentazione corretta».

Anche nel Regno Unito
Al momento EdoApp conta la bellezza di 360mila utenti ed è operativa in tutta Italia. «Il prossimo obiettivo è quello di replicare ciò che abbiamo fatto nel nostro paese anche nel Regno Unito - conclude Luciano -. Una sfida importante non solo in termini economici, ma soprattutto educativa fronte di un mercato alimentare come quello inglese che sappiamo non essere particolarmente salubre». Altro passo sarà quello di dare all’utente anche la possibilità di poter comprare un prodotto suggerito direttamente attraverso l’app. «Al momento siamo in 6 che lavoriamo su EdoApp, ma speriamo di espanderci sempre di più e sensibilizzare la popolazione a un’alimentazione sempre più corretta».