15 ottobre 2019
Aggiornato 21:00
Il motore del futuro

Aquarius Engines, 1.600 km con un pieno

Start Up israeliana cerca fondi per motore potente ed ecologico. Aquarius rimpiazza i pistoni multipli a spinta verticale con un unico pistone a movimento laterale. Dei test della tedesca Fev hanno mostrato che il motore ha una efficacia due volte superiore alle macchine tradizionali.

MILANO - Si presenta come un motore ultra-performante, in grado di ridurre in maniera significativa i consumi di carburante. E' sviluppato da Aquarius Engines, un'azienda israeliana che assicura che il suo motore non costerà più di cento dollari e permetterà di percorrere 1.600 chilometri con un pieno, circa la metà dei consumi medi dei motori attuali.
«Eccolo il nostro nuovo motore lineare. Questo è tutto, le dimensioni sono minime. Nel futuro potrà sostituire tutti i motori», spiega Shaul Yaakoby, direttore della tecnologia di Aquarius Engines.
«Questo motore è composto da meno di quindici pezzi e uno solo di questi è in movimento - spiega Gal Fridman, cofondatore dell'azienda - La sua efficacia è del 45 per cento e sarà utilizzato per generare elettricità. E' un piccolo motore, leggero, e grazie a questo, è destinato a soppiantare una tecnologia datata, che ha 150 anni di vita».

Unico pistone a movimento laterale
Ecologico e pulito in termini di emissioni di gas di scarico, il motore di Aquarius sarà venduto a buon mercato. Aquarius rimpiazza i pistoni multipli a spinta verticale con un unico pistone a movimento laterale. Dei test della tedesca Fev hanno mostrato che il motore ha una efficacia due volte superiore alle macchine tradizionali. Alcuni costruttori di auto sarebbero interessati a questo motore.

Alla ricerca di finanziamenti
«Oggi un generatore di 45 kw è enorme. Il nostro è leggero, potrà essere utilizzato in Africa, Cina e in India». I cambiamenti che implicherebbe questo motore nella catena di montaggio potrebbero tuttavia far esitare i grandi costruttori in un settore che non ama certo i rischi. L'azienda di Tel Aviv intanto è alla ricerca di nuovi finanziamenti da 50 milioni di dollari per perfezionare il motore e per convincere i più scettici.