2 giugno 2020
Aggiornato 14:30
wearables tech

Laforge, l'occhiale per la realtà aumentata sarà rivoluzione?

Il sistema ottico è capace di inviare le immagini direttamente alla nostra retina prelevando le informazioni dal bluetooth del nostro smartphone

ROMA - Vi indicheranno la strada da seguire quando sarete in una città che non conoscete, oppure che avete appena ricevuto un messaggio sul vostro smartphone e le calorie consumate durante una seduta di jogging. Il tutto sui vostri occhiali da vista. La rivoluzione arriva da LAFORGE Optical, un’azienda nata nel 2013 che si promette di creare un prodotto - un paio di occhiali - che potrà essere indossato senza essere etichettato e in un qualsiasi momento. Molto diverso dai Google Gass che si sono poi rivelati un fiasco.

Sugli occhiali calorie consumate e notifiche dai social network
Di fatto questi occhiali non sono così diversi da un paio di occhiali comuni e permetteranno all’individuo di beneficiare di tutto ciò che la realtà aumentata è in grado di offrirci come esperienza di tecnologia avanzata e indossata. Il sistema ottico è capace di inviare le immagini direttamente alla nostra retina prelevando le informazioni dal bluetooth del nostro smartphone. Grazie all’applicazione il wearable è in grado di capire l’attività che stiamo effettuando e cambiare la modalità di conseguenza, indicandoci i metri percorsi durante una biciclettata o i chilometri mentre stiamo andando in macchina. I modelli Shima, inoltre, sono dotati di una bellezza estetica a che arriva anche dalla produzione italiana.

Disponibile a fine anno
Una rivoluzione che costa 590 dollari per due occhiali che potranno essere indossati presumibilmente a fine anno: sono già preordinatili sul sito. Il CEO di LAFORGE Optical Corey Mack ha dichiarato che l’idea alla base di questo magnifico wearable è quella di «confondere la linea di demarcazione tra la vita virtuale e la vita reale». Un progetto altamente innovativo che ci permetterà di avere davanti agli occhi tutto ciò di cui necessitiamo: dagli aggiornamenti meteo, alle notifiche social, alle indicazioni stradali. Saranno i primi veri competitori dei Google Glass?

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal