21 novembre 2019
Aggiornato 04:00
e saranno più disciplinate

Google Car, sapranno quando suonare il clacson

La Google Car sarà in grado di capire esattamente le situazioni che impongo la suonata del clacson? Secondo Google l'algoritmo è molto migliorato e presto sarà in grado di suonare il clacson come un automobilista esperto

Google Car suona il clacson
Google Car suona il clacson Shutterstock

SAN FRANCISCO - Si parla sempre spesso di Google Car, la vettura del futuro che sarà in grado di procedere autonomamente per le strade di tutto il mondo. Un quesito, tuttavia, sorge spontaneo: chi sarà a suonare il clacson? La Google Car sarà capace di farlo da sola?

La Google Car suona il clacson
La risposta è, ovviamente, sì. Del resto si potrebbe quasi dire che «suonare il clacson» è diventata quasi un’abitualità: davanti a un semaforo verde, in coda al casello, per allertare il ciclista disattento o per incitare l’attraversamento di una rotatoria. Quindi, la Google Car, sarà in grado di capire autonomamente il momento opportuno per suonare il fatidico clacson? La risposta l’ha comunicata lo stesso Big G, nella relazione del mese di maggio: i suoi ingegneri, infatti, avrebbero insegnato alla macchina del futuro ad avere addirittura un approccio più «gentile e futuristico» rispetto ai soliti «indisciplinati» che si trovano in giro per le strade. «Il nostro software - si legge nel rapporto - è stato disegnato per avvisare gli altri automobilisti della nostra presenza, ad esempio quando una vettura inizia a sterzare verso la nostra corsia o esce in retromarcia da un vialetto. Vogliamo che la Google Car sia cortese e rispettosa». Non solo quindi capace di suonare il clacson, ma anche più disciplinata degli automobilisti in carne e ossa. Ma c’è di più perché la Google Car starebbe imparando a suonare il clacson in modo diverso a seconda delle situazioni: ci sono i due colpetti per far capire a un altro autista in manovra che dietro di lui c’è un’auto e c’è anche il colpo più deciso e prolungato nei casi più urgenti.

Migliora l’intelligenza artificiale
Un test molto complesso quello per far imparare alla Google Car quando e come suonare il clacson in caso di necessità. Inizialmente era la vettura medesima a proporre all’autista umano una «proposta di suonata» che lo stesso poteva approvare o meno a seconda della situazione. Questo sistema - con il contributo umano - ha permesso a Google di migliorare l’intelligenza artificiale della macchina. Google ha spiegato che oggi «l’algoritmo del clacson è migliorato» e «il suono ha iniziato a essere diffuso direttamente». Insomma, i passi compiuti in avanti sono molti e tra non molto anche la Google Car saprà suonare il clacson esattamente come un guidatore esperto e, senza dubbio, potrà farlo in modo più oggettivo e disciplinato. La prova del nove ovviamente sarà nelle città più trafficate: cosa succederebbe se la Google Car fosse catapultata nel traffico assordante di Roma? Qualcuno si accorgerebbe davvero di lei?