18 agosto 2019
Aggiornato 01:30
formazione digitale

Osmo Coding, blocchi colorati e iPad per insegnare programmazione ai bimbi

Con Osmo Coding i bambini possono imparare le logiche della programmazione grazie all'utilizzo di blocchi colorati e un semplice tablet. I comandi dell'utente saranno registrati e visibili attraverso lo schermo del dispositivo

PALO ALTO - Imparare la programmazione con un semplice tablet e dei blocchi magnetici. E’ questo il nuovo progetto di Osmo che si serve di una tecnologia in grado di costruire un’interazione tra oggetti fisici e app per insegnare coding ai bambini.

Osmo per insegnare la programmazione ai bambini
Si chiama Osmo Coding e il suo scopo è quello di far capire ai bambini tra i 5 e i 12 anni i concetti base della programmazione attraverso l’utilizzo fisico di un dispositivo. L’utente posizionerà il suo tablet sulla base di Osmo e userà i blocchi magnetici: l’app di Osmo sarà in grado di attivare la visione del computer e rilevare i comandi dei bambini attraverso l’ordine dato ai blocchi e ai tasti fisici premuti. Sullo schermo del tablet ci sarà una rana che si muoverà nello spazio virtuale a seconda dei comandi espressi dall’utente proprio attraverso i blocchi. La tecnologia di Osmo Coding si basa sul fatto che il computer riconosce il tipo di comando deciso dal bambino attraverso il colore. Per far ripetere una stessa azione più volte alla rana basterà poi associare a ogni blocco un numero che definisca quanti passi dovrà fare o quanti fiori dovrà piantare. E anche la direzione da dare al personaggio sullo schermo potrà essere decisa semplicemente con delle frecce da collegare ai comandi.

(Credits photo courtesy of Osmo)

In USA coding materia obbligatoria
Il prodotto sarà disponibile nei rivenditori Apple a partire dal primo giugno. Osmo lavora a questo progetto dal 2014 sulla base di 20 anni di ricerca anche grazie alla collaborazione con la Northwestern University. Intanto l’importanza della programmazione nei primi anni di apprendimento dei bambini si sta espandendo sempre più a macchia d’olio, solleticando anche la curiosità della politica. Il governo americano sta, infatti, lavorando a un piano per portare il coding nelle scuole e renderlo materia obbligatoria negli Usa: sarebbero previsti 4 miliardi di dollari per insegnare il pensiero computazionale agli studenti.