15 settembre 2019
Aggiornato 21:30
realtà virtuale

Con eBay la spesa al market la fai in realtà virtuale

eBay dà la possibilità ai clienti di Myer di effettuare la spesa attraverso un visore per la realtà virtuale. Gli utenti potranno vedere i prodotti a 360 gradi prima di acquistarli

eBay lancia la funzione in realtà virtuale
eBay lancia la funzione in realtà virtuale Shutterstock

ROMA - Noi italiani siamo ancora un popolo restio all’acquisto online, ma con la nuova soluzione proposta da eBay potremmo ricrederci poiché i prodotti diventeranno più tangibili. Come? Con la realtà virtuale, altro mercato che si prepara ad essere uno dei più fruttuosi nei prossimi anni. Del resto, se ormai ogni colosso che si rispetti, da Google a Samsung, ha ormai lanciato i suoi visori per la realtà virtuale, ci sarà pur un motivo. Del resto anche Ikea ci ha pensato, promuovendo la possibilità di osservare una cucina proprio come se si stesse passeggiando tra i suppellettili.

eBay lancia la spesa virtuale
Non ci fidiamo se non possiamo toccare. Almeno noi italiani, perché da altre parti del mondo, per esempio in Brasile, gli e-commerce sono praticamente l’unico canale con cui la gente fa la spesa. E così, in Australia, eBay lancia il suo progetto di realtà virtuale, come se ci si trovasse realmente all’interno di un market. La funzione è stata realizzata in partnership con la catena Myer e funziona tramite app per iOS e Android, dunque con visori per la realtà virtuale mobile. Dai Gear Vr ai Google Cardboard. E’ sufficiente indossare un visore per la realtà virtuale e si è catapultati in un supermercato della catena, dove si possono selezionare i prodotti guardandoli come se ce li avessimo di fronte. Per pagare sarà sufficiente ritornare sul portale di e-commerce ed effettuare una normale transazione.

Il futuro dei supermercati virtuali
A mano a mano che si procede con la navigazione un algoritmo studia le preferenze dei clienti per presentare prodotti che potrebbero maggiormente interessare. E se si vuole dare uno sguardo più da vicino, 100 dei prodotti di punta sono disponibili in 3D, mentre i restanti 12.500 in 2D. Per selezionare gli oggetti, gli utenti non utilizzano un controller ma la vista. L’azienda ha ideato il sistema «eBay Sight Search», sostanzialmente gli utenti mirano ad un oggetto e per selezionarlo devono rimanere fermi su di esso per un certo numero di secondi. La sperimentazione, possibile ora solo in Australia, apre le porte a quello che potrebbe essere l’acquisto del futuro. In un domani dove sarà possibile essere virtualmente nei luoghi che ci interessano senza spostarci neppure dal divano di casa. In molti Paesi del mondo l’utilizzo degli e-commerce è già piuttosto frequente e c’è da aspettarsi che presto l’approccio sia verso la realtà virtuale a tutto tondo.